VENTO DI PASSIONI… E DI INSOFFERENZA?

maggio 9, 2012

Trascorsa qualche ora dalla tornata elettorale diventa naturale, anche se non facile, analizzare quanto emerge dal voto e cercare di trarne un quadro d’insieme.
Si è parlato di voto di protesta, di antipolitica…. di sicuro stiamo assistendo ad un primo moto di insofferenza verso quello che fino a ieri è stato il classico modo di fare politica, tutto incentrato sulla demolizione dell’avversario piuttosto che alla proposizione di idee per l’avanzameto della società civile. Il risultato di questo modo di far politica è stato devastante.
Ma ora cambia tutto: il fatto di vedere molte persone impegnate nella campagna elettorale, cosi’ come iscritte alle tante liste presenti in questa “disfida” fa supporre che un tiepido fuoco di passione politica si stia risvegliando: sappiamo di esser parte di questo nuovo modo di fare politica che si presenta, piu’ o meno rumorosamente, alla porta di quella che è la terza Repubblica, una Repubblica finalmente piu’ vicina al cittadino. Politica priva di etichette, come privo di etichette deve essere il buon governo di una città: la nostra unica etichetta è la faccia di quelli che eleggerete a rappresentarvi.
La crisi è dei partiti, non delle persone.

Ti potrebbe anche piacere

  • Anonimo maggio 9, 2012 at 5:05 pm

    le persone che eleggerete per anni si sono fatte etichettare, chi a sinistra, chi a destra… come possono ora dire che non lo sono più? finitela di dire che siete verso le persone perchè in questi anni molti di voi hanno sfuggito il confronto con i cittadini

  • Anonimo maggio 9, 2012 at 7:04 pm

    Prima di sviolinare su quanto è aperto al nuovo e al confronto il sig. Garelli proverei ad ascoltare l'intervista a radio 105 del post 1 turno: ora so che l'8% degli elettori a Cuneo è anti politico e avventato. L'1 % è nullo (come le schede), un 30% è dalla parte dei buoni e il restante è di destra! Grazie! Ora è tutto chiaro…. Ma per favore!!!

  • Sunny maggio 9, 2012 at 11:28 pm

    Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • Anonimo maggio 9, 2012 at 11:28 pm

    ma cos'è esattamente che cambia? Non ho capito…
    ma di che etichette state parlando? ho letto sulla stampa i nomi dei possibili consiglieri, queste sarebbero le nuove etichette?
    La crisi non è nelle persone… la crisi però grava sulle persone!!!!