IDEE CHIARE E CONCRETE PER IL GOVERNO DELLA CITTÀ

maggio 16, 2012
Governare una città vuol dire sicuramente avere un indirizzo di lungo periodo, sapere dove vogliamo che la città sia tra dieci, quindici, vent’anni. Ma la progettazione degli obiettivi dal raggiungere tra  quindici, vent’anni non deve pregiudicare l’interesse costante per i piccoli problemi, le piccoli o grandi difficoltà che le persone vivono tutti giorni, l’attenzione verso la  pulizia e il decoro urbano, l’attenzione per la manutenzione delle infrastrutture, l’attenzione per l’efficacia dell’illuminazione pubblica.
Un lungo percorso è fatto da tanti piccoli passi nella medesima direzione, e allo stesso modo la qualità della vita di una città deriva dalla somma di tante piccole cose concrete.

Ti potrebbe anche piacere

  • Anonimo maggio 17, 2012 at 12:08 pm

    buongiorno sig. Borgna, mi chiamo S.D.G.ed ho 62 anni e da sempre milito nella sinistra e come può ben capire ho votato per Garelli; ora ho un grosso problema, perchè stiamo negando a tutta forza gli attacchi che sono stati fatti alla sua disabilità , insinuando nelle persone che contattiamo ,il dubbio sulle sue capacità a governare . Mi chiedo perchè stiamo negando di averlo fatto? perchè non affiggiamo apertamente per tutta la città i manifesti francesi sulla disabilità visisa ? forse perchè ci siamo resi conto che stiamo andando contro un diritto fondamentale della sinistra ? Tutti uguali stessi diritti stessi doveri ? o un portatore di handicap che si sente e fa una vita normale pur non vedendo ci fa paura ed allora cerchiamo di demolirlo ? Tutte queste cose mi hanno messo in crisi e quando ieri sera l'ho vista attraversare la strada con il bastone bianco , mi sono vergognato profondamente e mi sento in dovere di scusarmi , per il danno che posso averle arrecato.

  • Sunny maggio 17, 2012 at 1:48 pm

    bah…