LA CASTA NON HA NULLA A CHE FARE CON CUNEO

aprile 4, 2012

Oggi Cuneo compare sulla prima pagina de La Stampa, in bella evidenza nel titolo del “buongiorno” di Massimo Gramellini. Leggendo il suo editoriale, mi è subito venuto in mente che l’altro ieri Casini, nel suo intervento in appoggio alla nostra coalizione, si è lasciato andare ad un affermazione che pone Cuneo “avanti” rispetto al panorama politico nazionale.
Sarà che, contrariamente a quanto si è sempre affermato sui Cuneesi, ci si è resi conto che bisogna muoversi…
Sarà che è arrivato davvero il momento di cambiare qualcosa in modo puntuale e concreto (…e quando si parla di cose concrete il Cuneese lo trovi li, pronto a mettersi in gioco silenziosamente e a fare il suo dovere…)…
Sarà che finalmente è arrivata l’autostrada e anche le nostre idee circolano di più…ma sicuramente stavolta SIAMO AVANTI!!!
Come testimonia l’ampia partecipazione a questa “disfida” per le Amministrative di Cuneo, è evidente che il movimento non è guidato, orchestrato. Ed è altrettanto evidente che il panorama politico cittadino prescinde sempre di più dai partiti, relegati a corollario di una base solida di persone che si riconoscono non in un simbolo o in una sigla, ma in una Città intera.
Per cui, quando Gramellini scrive “La Casta si è fermata a Cuneo”, io mi sento di ribattere che “La Casta non ha nulla a che fare con Cuneo”, perché la nostra città ha dato un’inequivocabile dimostrazione che i cittadini hanno ritrovato il gusto della politica vera e utile, rifiutando il concetto che tanto “tutti sono uguali” e “non possiamo farci niente”.
Cuneo ha qualcosa da insegnare al resto d’Italia, e questo è merito di ciascuno di noi! 

Federico Borgna
Candidato Sindaco di Cuneo con la coalizione “Cuneo Libera e Forte”

Ti potrebbe anche piacere